Cantine Viola, il Moscato Passito dal cuore del Pollino


Nel cuore del Pollino, in un paese con una storia antica che non tocca i 4.000 abitanti, nasce un vino unico.
Il Moscato Passito di Saracena è un vino da meditazione di antichissima tradizione, unico al mondo per la tecnica di vinificazione e a rischio di estinzione.
Le Cantine Viola, la cui storia ha inizio nel 1999 proprio a Saracena grazie alla passione di Luigi Viola, nascono con l’obiettivo di recuperare, valorizzare e promuovere questo vino, altrimenti destinato alla scomparsa.

“Custode di una secolare tradizione del paese e della mia famiglia, io, Luigi Viola, maestro elementare in pensione, da sempre appassionato di natura e agricoltura, dopo aver insegnato per oltre 35 anni, ho deciso di dedicare a tempo pieno le mie energie al recupero, alla valorizzazione e alla diffusione di un nettare, che correva il rischio di estinzione: il Moscato di Saracena.
Coinvolgendo l’intera famiglia: mia moglie Margherita e i tre figli Roberto, Alessandro e Claudio, ai quali ho saputo trasmettere la mia passione e l’amore per la nostra terra, ho incrementato la produzione di questo vino da meditazione, che, una volta proposto al pubblico e ad esperti del settore, ha immediatamente avuto un riscontro eccezionale. Ecco che come ciò che era nato quasi per scommessa, è divenuto per noi tutti un lavoro piacevole e ricco di stimoli, che ci ha permesso di venire a contatto con persone, ambienti e situazioni estremamente affascinanti.”

Queste le parole, piene di amore e di spirito, di Luigi Viola, per noi il vero protettore di un capitale importante della nostra storia vinicola.

Il Moscato di Saracena è un vino passito raffinato e delizioso che prevede la vinificazione separata dell’uva moscato, ottenuta dal vitigno autoctono e da altre uve.
Il mosto ottenuto vinificando le uve malvasia e guarnaccia viene concentrato per aumentare il tenore zuccherino, mentre l’aroma e il gusto particolari provengono dall’uva moscatello, raccolta e appassita alcune settimane prima della vendemmia.
Gli acini del moscatello disidratati vengono selezionati, schiacciati manualmente e quindi aggiunti al mosto concentrato.
Dopo una lunga e lenta fermentazione si ha un passito color giallo ambra con riflessi aurei, dall’aroma intenso e dal sapore di miele, fichi secchi, frutta esotica.
Il Moscato Passito di Saracena si abbina perfettamente ai dessert ed è ottimo con i formaggi erborinati.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *